Mercoledì, 27 marzo 2013

PARENT COACHING: UN INTERVENTO EFFICACE

Oggi i genitori si sentono molto responsabili dell’educazione dei figli, si preoccupano dei loro vissuti e cercano di evitare che abbiano difficoltà psicologiche o commettano errori.
Le trasformazioni culturali che hanno segnato la società occidentale negli ultimi cinquanta anni hanno portato con sé significativi cambiamenti anche nelle dinamiche familiari. Accade sempre più spesso di osservare genitori in crisi nella gestione dei piccoli, per non parlare degli adolescenti nei confronti dei quali si percepisce quasi una resa. Le difficoltà sono le più disparate, dalla gestione delle regole, alla comunicazione, alle aspettative disattese, ai conflitti con i genitori e tra fratelli, …
Questi ed altri aspetti legati all’educazione dei figli e alle relazioni familiari possono sovrastare la capacità dei genitori di far fronte alle diverse situazioni; la stanchezza, a volte acuita dalle proprie preoccupazioni di lavoro o personali, può diminuire la capacità di mantenersi pazienti e comprensivi. Ed ecco, quindi, che subentrano sentimenti di fatica e di incomprensione che creano un muro non solo tra genitore e figli, ma anche all’interno della coppia genitoriale.
E’ in questo scenario che la figura dello psicologo, attraverso l’attività di Parent Coaching diventa una risorsa fondamentale per l’intera famiglia.

UnknownChe cos’è il Parent Coaching
E’ una delle applicazioni del Coaching che negli stati Uniti sta avendo particolare successo. In Italia è di recente applicazione ed ancora poco conosciuto; infatti, al momento, il Coaching si sta principalmente sviluppando nel mondo delle aziende (Business Coaching, Team Coaching, Corporate Coaching, …)
Proprio perché ancora poco utilizzato rappresenta una valida occasione per lo psicologo che vuole ampliare la propria area di intervento. Il Parent Coaching si rivolge alle coppie genitoriali o alle famiglie che stanno subendo o hanno subito eventi che modificano vecchi assetti o pongono compiti educativi impegnativi. Ogni evento nuovo infatti comporta per la famiglia una riorganizzazione che la cambia in profondità. Pensiamo alla nascita di un figlio o ai passaggi adolescenziali di un minore contemporanei a passaggi esistenziali dei genitori. Seppure indirizzato soprattutto ai genitori, il Coaching non serve a controllare i bambini o gli adolescenti, ma a far si che l’insieme della famiglia autogoverni al meglio sé stessa, sviluppando consapevolezza di sé e delle proprie risorse ed espandendo le scelte e le possibilità di azione. In sostanza, è un processo intenzionale e pianificato che si propone, attraverso il sostegno e confronto strutturato, di aiutare i genitori ad imparare, migliorare e riconoscere le proprie competenze genitoriali (life skills education).
Per i genitori, avere la possibilità di discutere e riflettere sulle modalità e sulle problematiche psicologiche legate alla crescita dei figli senza sentirsi giudicati può aiutarli a ritrovare la fiducia nelle loro competenze e nella capacità di problem solving.
Il Parent Coaching e lo Psicologo
anxiety-therapyOggi si osserva un continuo fiorire di rubriche, forum online, programmi televisivi, libri, articoli che sottolineano quanto i genitori siano inadeguati; che spiegano cosa bisogna fare per far crescere in modo sano i propri figli; che si prodigano nel dare consigli per fronteggiare le difficoltà quotidiane nell’educazione dei figli. Il fatto è che, poi, i genitori finiscono davvero col credere di non essere adeguati, di essere incapaci. Temono il giudizio e c’è ancora molta diffidenza verso l’attività dello psicologo. Per tutte queste situazioni può essere utile pensare al Parent Coaching: ogni sistema familiare è unico ed irripetibile; perchè bisogna partire dall’analisi e dalla conoscenza di quel genitore e di quel figlio per poter comprendere quale intervento educativo sia migliore e sia più efficace. E perchè, in fondo, ogni genitore sa già qual’è la cosa migliore da fare: il professionista dovrà solo aiutarlo a riconoscerla per arrivare a trovare la risposta all’interno di sé. E’ fondamentale che il Coach sia uno psicologo, in quanto possiede le conoscenze, le competenze e gli strumenti necessari per attuare al meglio un intervento di Coaching. Lo psicologo, inoltre, valuta quale tipologia di intervento sia la più idonea; infatti il Parent Coaching non sempre risulta efficace. In tal caso, il Coach psicologo sarà in grado di orientare la famiglia verso un altro tipo di intervento: consulenza psicologica o psicoterapia.
L’ argomento è interessante, vasto e complesso, per questo abbiamo pensato di organizzare delle giornate di approfondimento esperienziale. L’obiettivo è di fornire gli strumenti e le competenze necessarie per realizzare un servizio di Parent Coaching come Psicologo. Le prossime date sono sabato 6 aprile a Milano oppure sabato 18 maggio a Roma.

Dottoressa Petra Visentin